Condizioni di vendita

Condizioni Generali di Contratto

Preambolo

I beni oggetto delle presenti Condizioni Generali di Contratto sono gestiti e posti in vendita in parte da Vitaminik Snc con sede a Firenze 50144, via C. Monteverdi 36, iscritta presso la Camera di commercio di Firenze al n. 183 133 del Registro delle imprese, codice fiscale e partita IVA n. 06792530484, nel seguito denominata “FORNITORE” e in parte da partners del FORNITORE stesso scelti in autonomia e liberamente dal FORNITORE stesso e non comunicati al cliente. 

1. Definizioni, oggetto del contratto, lingua

1.1 Con l’espressione “contratto a distanza” s’intende qualsiasi contratto concluso tra un fornitore e un consumatore nel quadro di un regime organizzato di vendita o di prestazione di servizi a distanza senza la presenza fisica e simultanea del fornitore e del consumatore, mediante l’uso esclusivo di uno o più mezzi di comunicazione a distanza fino alla conclusione del contratto, compresa la conclusione del contratto stesso.
1.2 Con il termine “Cliente” o “Consumatore” si intende una persona fisica che compie l’acquisto, di cui al presente contratto, per scopi non riferibili all’attività commerciale o professionale eventualmente svolta.
1.3 Con il termine “FORNITORE” s’intende il soggetto giuridico indicato nella premessa.
1.4 Tutte le forniture, le consegne e le offerte del FORNITORE si intendono effettuate dal nostro negozio on-line “vitaminikstore.it” (nel seguito denominato “E-STORE”) esclusivamente sulla base delle presenti Condizioni Generali di Contratto.
1.5 I contratti tra il Cliente e il FORNITORE si intendono conclusi esclusivamente in lingua italiana.

2. – Conclusione del contratto

2.1 I servizi e prodotti personalizzati presentati sul nostro E-STORE rappresentano solo un invito alla trasmissione di offerte ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1336 C.C., non costituiscono quindi né offerta né proposta vincolanti. Resta nella discrezionalità del FORNITORE ogni decisione in merito all’accettazione delle eventuali proposte formulate dal Cliente.
2.2 Con la compilazione di un ordine nell’E-STORE (che richiede il login e l’accettazione delle presenti Condizioni Generali di Contratto), il Cliente effettua un acquisto vincolante per l’ordine del/dei prodotto/i relativi e contestualmente sceglie il metodo di pagamento. Il Cliente è vincolato sino al decorso del terzo giorno lavorativo successivo al giorno di trasmissione.
2.3 il FORNITORE invia al Cliente subito dopo il ricevimento dell’ordine una conferma a mezzo e-mail di ricevimento, che costituisce contestuale accettazione dello stesso.
2.4 Il personale di vendita non è autorizzato, in rapporto agli ordini effettuati o nei formulari d’ordine compilati, a concludere accordi verbali diversi da quanto riportato nelle presenti CGC. Tutti gli accordi che vengono raggiunti tra il FORNITORE e il Cliente ai fini dell’esecuzione del contratto devono essere conclusi per iscritto (anche per e-mail).

3. Salvataggio del testo contrattuale

3.1 FORNITORE salva l’accettazione del cliente al presente contratto in fase di checkout dell’ordine e invia al Cliente per e-mail i dati dei prodotti acquistati.
3.2 Il Cliente può prendere visione degli ordini precedenti dal suo account personale, senza poter vedere le CGC che vigevano alla data dell’ordine.

4. Diritto di recesso

4.1 Il diritto di recesso è consentito esclusivamente così come previsto dal punto 2.2
4.2 Il diritto di recesso è escluso nel caso di contratti a distanza per la fornitura di beni non preconfezionati e non lavorati, e per la cui produzione è stata determinante una specifica scelta o personalizzazione del prodotto da parte del Cliente, o che sono stati confezionati chiaramente su misura in base alle esigenze personali del Consumatore.
4.3 È escluso il diritto di recesso nel caso in cui il Cliente sia un soggetto non consumatore, ai sensi della vigente normativa, e che quindi abbia agito per la conclusione del contratto nell’esercizio della propria attività imprenditoriale o autonoma.

Articolo 5. Prezzi, pagamento

5.1 I prezzi includono l’imballaggio, la spedizione all’indirizzo di consegna e l’IVA. L’IVA viene riepilogata solo in fase di Checkout. I prezzi esposti nei prodotti sono IVA esclusa.
5.2 Ove non diversamente concordato tra le Parti per iscritto, per le consegne effettuate dal FORNITORE il pagamento sarà anticipato, con carta di credito (si accettano solo carte VISA, Mastercard, American Express, Maestro, Visa Electron), con Stripe per bonifico immediato e dietro fattura (che viene inviata per e-mail e che può essere inclusa nella nostra accettazione), o tramite bonifico standard (può dilatare il tempo di 3 giorni lavorativi rispetto ai tempi indicati nella descrizione di ogni prodotto). 
5.3 L’importo viene addebitato sul conto della carta di credito del cliente con l’accettazione dell’offerta da parte del cliente.

Articolo 6. Esecuzione dell’ordine, liberatoria da parte del Committente

6.1 La grafica che verrà realizzata dal FORNITORE deve essere accettata in seguito dal cliente. L’attività verrà svolta durante i giorni evidenziati nell’apposita descrizione dei prodotti su questo sito web.

Articolo 7. Rifiuto di accettazione della merce

7.1 Se il ricevimento della merce viene rifiutato, il FORNITORE tratterrà comunque l’importo totale della merce acquistata a titolo di risarcimento. 

Articolo 8. Consegna, consegna parziale e tempi di consegna

8.1 La consegna viene effettuata esclusivamente entro il territorio italiano, ad esclusione di Campione d’Italia e Livigno, San Marino e lo Stato del Vaticano. Questi stati sono esclusi dalla consegna.
8.2. il FORNITORE è autorizzato a effettuare delle consegne parziali di prodotti utilizzabili separatamente, ma che sono compresi in un unico ordine: in tal caso il FORNITORE si accollerà le maggiori spese di spedizione che ne deriveranno. Eccetto altri accordi fra le parti, le spese di spedizione si ritengono da effettuare per ogni consegna separata.
8.3 I tempi di consegna sono indicati nella scheda descrittiva di ogni prodotto, in quanto ogni prodotto ha tempistiche differenti. Per calcolare il giorno di invio occorre far riferimento ai giorni lavorativi (da lunedì al venerdì) e il giorno di invio decorre dal giorno successivo al ricevimento dei dati idonei per procedere alla stampa, dall’autorizzazione di stampa (esempio autorizzazione a procedere con il logo o la grafica inviata al cliente via email).  A seconda della modalità di pagamento, vale come data di pagamento e inizio dei lavori il giorno di accredito sul conto del FORNITORE (carta o bonifico).

Articolo 9. Modifiche successive, pre-lavorazioni

9.1 Modifiche successive all’accettazione da parte del cliente della proposta grafica finale e definitiva, non saranno possibili. Per modifica  si intende anche qualsiasi modifica dei dati (intestatario della fattura, indirizzo di consegna, modalità di spedizione, modalità di pagamento e simili). 
9.2 il FORNITORE è autorizzato, ma non obbligato, a effettuare autonomamente le necessarie pre-lavorazioni, in particolare sui dati forniti o trasmessi dal Cliente senza interpellarlo, se ciò viene fatto nell’interesse economico del Cliente o è funzionale al rispetto della data di esecuzione dell’incarico esclusivamente nella fase esplicata al punto 2.2. Qualora i dati del Cliente non corrispondessero alle indicazioni del FORNITORE e vi fossero errori nel prodotto finale, non sussiste alcuna responsabilità in capo al FORNITORE. Il Cliente dichiara espressamente che questi lavori avvengono a suo rischio. È, pertanto, escluso ogni tipo di contestazione.

Articolo 10. Revoche degli ordini

10.1 Le revoche degli ordini sono possibili esclusivamente nello stato “ordine ricevuto”: non possono essere revocati ordini per i quali siano già iniziate le lavorazioni. 
10.2 Non è possibile revocare singoli ordini contenuti in un unico carrello. Il carrello può essere revocato solo nella sua totalità. Se nel carrello anche solo un prodotto si trova in uno stato di lavorazione successivo a quelli indicati all’articolo 10.1, non è più possibile una revoca dell’ordine anche se nel carrello vi fosse un altro prodotto in uno stato di lavorazione precedente.
10.3 Le revoche possono essere richieste solo dal Cliente direttamente ed esclusivamente tramite il modulo “contatti” su questo sito.

Articolo 11. Spedizione, luogo di adempimento

11.1 Ove non diversamente concordato in maniera espressa, il FORNITORE determina secondo la propria discrezionalità la modalità di spedizione più adatta e l’impresa di trasporti.
11.2 Gli oggetti forniti devono essere meticolosamente esaminati subito dopo la consegna al Cliente o al terzo da lui designato. Essi si considereranno approvati, se il FORNITORE non riceverà in forma scritta, anche via e-mail, un ricorso per problemi di natura tecnica o di imballaggi non integri, riconoscibili all’atto di un’immediata ispezione, entro 8 giorni lavorativi dalla cessione dell’oggetto di fornitura.
11.3 Luogo di adempimento di tutte le obbligazioni che derivano dal contratto è Firenze.

Articolo 12. Diritti del Cliente per vizi / garanzia

12.1 Il Cliente è sempre tenuto a verificare la conformità della merce.
12.2 Ogni rischio di errore si traferisce sul Cliente nel momento in cui lo stesso dichiara di essere pronto per la realizzazione o la stampa dei prodotti, a meno che non si tratti di un errore sorto nel processo successivo all’autorizzazione alla realizzazione/stampa o che era riconoscibile precedentemente. Lo stesso vale per tutte le dichiarazioni di liberatoria rilasciate dal Cliente.
12.3 Il Cliente decade da ogni diritto per eventuali problemi non occulti della merce, qualora lo stesso non denunci lo stesso al FORNITORE nel termine di 8 giorni dalla consegna della merce.
12.4 L’obbligo di ispezione riguarda anche i prodotti in fase di pre-lavorazione e di lavorazione, inviati al Cliente per sottoporli a correzione o all’approvazione del bozzetto grafico.
12.5 Saranno a carico del FORNITORE le spese necessarie per l’adempimento tardivo, in particolare le spese di trasporto e spedizione, le spese di lavoro e di materiale; è escluso che siano a carico del FORNITORE le spese aggiuntive che sorgono per lo spostamento della merce in un luogo diverso da quello stabilito per l’adempimento.
12.6 Se i rimedi previsti dall’articolo 12.4 non sono possibili o hanno arrecato notevoli inconvenienti al Cliente, o se il FORNITORE abbia rifiutato il rimedio indicato, il Cliente può chiedere, a sua scelta – secondo quanto previsto dal diritto applicabile, la risoluzione del contratto o la riduzione del prezzo o il risarcimento dei danni o il risarcimento delle spese inutilmente sostenute. Sono esclusi o limitati, in conformità a quanto previsto all’articolo 14, diritti del Cliente ulteriori rispetto a quelli sopra indicati derivanti dallo stesso titolo.
12.7 Il termine di garanzia è di un anno dalla consegna del bene per beni fisici non cartacei.
12.8 Nessuna delle clausole sopra indicate ha come scopo la modifica del regime dell’onere della prova come previsto dalla normativa vigente e dall’interpretazione data dai Tribunali.

Articolo 13 – Caratteristiche specifiche della produzione, reclami

13.1 Non potranno essere contestate dal Cliente differenze di lieve entità rispetto all’originale che si venissero a creare in tutti i processi produttivi.

In particolare questo vale per le stampe, gestite dai nostri Partners:

  • lievi differenze di colore tra due o più ordini
  • lievi differenze di colore rispetto ad un ordine precedente
  • lievi differenze di colore tra singoli fogli di stampa nell’ambito di uno stesso ordine
  • lievi tolleranze di taglio e di piega (= variazioni dal formato finale), in particolare per buste portaposate fino a 4 mm dal formato finale, per tutti le restanti riviste, quaderni per appunti e blocchetti coupon fino a 2 mm dal formato finale, tecnica pubblicitaria 1-2 % dal formato finale, per tutti gli altri prodotti fino ad 1 mm dal formato finale
  • lievi differenze di colore tra il blocco interno e la copertina
  • lieve decentramento della verniciatura UV a zona (fino a 0,3 mm) rispetto al soggetto di stampa

Lo stesso vale, per motivi legati alla tecnologia utilizzata, per il confronto tra modelli originali diversi, ad esempio bozze e output di stampa, e il prodotto finale.
13.2 In caso di spedizione a un unico indirizzo di consegna: la fornitura non può essere contestata dal cliente se la merce viene fornita con un margine di eccesso o difetto fino al 5%. 
13.3 In caso di spedizione a più indirizzi di consegna: la fornitura non può essere contestata dal cliente se la merce viene fornita con un margine di eccesso o difetto fino al 5%, per ogni indirizzo di consegna. Rientrano in detta ipotesi anche carta da macero, fogli di avvio stampa, copia per la messa a punto di macchine per lavorazioni ulteriori, sfridi di produzione, dei fogli superiori e inferiori non scartati.
13.4 Nel caso in cui la natura del materiale impiegato non corrisponda a quella di cui all’ordine, il FORNITORE risponde limitatamente al valore dell’ordine.

Articolo 14 – Diritto di recesso del Cliente e ulteriore responsabilità del FORNITORE

14.1 Il diritto legale di recesso del Cliente non può essere escluso, né limitato, a parte nei casi previsti all’articolo 12. Allo stesso modo non possono essere esclusi o limitati i diritti che spettano per legge o da contratto al FORNITORE.
14.2 Nell’ipotesi di una diversa violazione colposa delle obbligazioni essenziali da parte del FORNITORE, essa risponde limitatamente ai danni contrattualmente prevedibili.
14.3 È esclusa ogni altra responsabilità del FORNITORE – a prescindere da quale ne sia il fondamento giuridico (in particolare in caso di violazione di obbligazioni secondarie o accessorie del contratto, in caso di illeciti civili o di responsabilità ex delicto).
14.4 Lo stesso (esclusioni, limitazioni ed eccezioni) vale per i diritti derivanti da responsabilità precontrattuale.
14.5 L’esclusione o la limitazione della responsabilità del FORNITORE vale anche a favore dei suoi legali rappresentanti e collaboratori.
14.6 Gli obblighi essenziali del contratto sono quelle obbligazioni che determinano la causa e il tipo del contratto e sul rispetto delle quali ciascuna parte può fare affidamento; si tratta, cioè, dei diritti e doveri essenziali, che costituiscono i presupposti per l’adempimento contrattuale e che sono indispensabili per il raggiungimento dello scopo contrattuale.
14.7 Nessuna delle clausole sopra indicate ha come scopo la modifica del regime dell’onere della prova come previsto dalla normativa vigente e dall’interpretazione data dai Tribunali.

Articolo 15. Compensazione e cessione

15.1 Il Cliente potrà procedere a compensazione tra crediti propri e crediti del FORNITORE, solo quando questi siano incontestati o legalmente accertati. Il Cliente ha diritto tuttavia a trattenere l’importo anche nell’ipotesi in cui le sue pretese derivino dallo stesso rapporto contrattuale.
15.2 Non è consentita la cessione del credito del Cliente vantato nei confronti del FORNITORE.

Articolo 16. Fattura elettronica

16.1 Il Cliente acconsente alla ricezione della fattura per via elettronica tramite il Sistema Di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate. Per effettuare un ordine, è obbligatorio inserire nell’apposito modulo i campi di indirizzo PEC e codice SDI. 

Articolo 17. Riservato dominio

17.1 il FORNITORE si riserva la proprietà della merce, fino alla consegna della stessa al Cliente.
17.2 Per tutta la durata del riservato dominio, il Cliente non potrà alienare o disporre altrimenti della proprietà della merce.
17.3 In caso in cui vi fosse apprensione della merce sottoposta al riservato dominio da parte di terzi – in particolare dell’Ufficiale Giudiziario nell’ambito di procedimenti di esecuzione forzata – il Cliente deve fare presente dell’esistenza del riservato dominio e deve immediatamente avvisare il FORNITORE, affinché questi possa far valere i propri diritti.
17.4 In caso violazione delle obbligazioni contrattuali da parte del Cliente – in particolare nel caso di mancato o ritardato pagamento – il FORNITORE avrà diritto di risolvere il contratto e di chiedere la consegna della merce sottoposta al riservato dominio.

Articolo 18. Mezzi di produzione intermedi

18.1 il FORNITORE non ha obbligo di consegna dei mezzi di produzione intermedi, quali dati, liti o lastre tipografiche, che vengono utilizzati per la realizzazione del prodotto finito. 

Articolo 19. – Dati, supporto dati

19.1. Tutti i materiali conferiti o trasmessi dal Cliente, in particolare, modelli, dati e supporto dati, saranno archiviati dal FORNITORE oltre la data di consegna del prodotto finale e potranno essere rimossi con una richiesta da parte del Cliente.

Articolo 20. Diritti di terzi, esonero di responsabilità

20.1 Il Cliente garantisce che il progetto (ed in particolare file di testo e immagini), contenuti e materiali vari, che vengono inviati al FORNITORE, non violano alcun diritto d’autore, marchio, brevetto, o altri diritti di natura intellettuale di terzi, nonché ogni tipo residuale di diritti di terzi, tra cui i diritti della personalità.
20.2 Il Cliente dichiara in essere in possesso dei diritti di duplicazione e riproduzione della documentazione e dei dati consegnati.
20.3 Il Cliente terrà indenne, a prima richiesta, il FORNITORE e i suoi clienti da rivendicazioni di terzi per violazioni di diritti di terzi e si impegna a risarcire ogni danno che sarà cagionato al FORNITORE, tra cui anche i costi per la difesa legale (spese legali e spese giudiziali).

Articolo 21. – Diritto applicabile, forma scritta e foro competente

21.1 Per le presenti Condizioni Generali di Contratto e qualsiasi rapporto giuridico tra il FORNITORE e Cliente trova applicazione la legge della Repubblica Italiana.
21.2 Qualora una previsione delle presenti condizioni o una previsione negli eventuali diversi accordi conclusi dovesse essere o risultare nulla, la validità di tutte le altre disposizioni o pattuizioni non ne sarà lesa.
21.3 Integrazioni o variazioni degli accordi presi e delle presenti Condizioni generali di contratto si intendono effettuate esclusivamente in forma scritta a pena di nullità.
21.4 Tutte le controversie derivanti dalle presenti condizioni di vendita saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio di Firenze. Il Tribunale Arbitrale sarà composto da arbitro unico nominato in conformità al regolamento della Camera di Commercio di Firenze e avrà sede presso la stessa. Il Tribunale Arbitrale deciderà secondo Legge nel rispetto delle norme inderogabili degli artt. 806 ss. del Codice di procedura civile.